Ailoche

Gattuso, via la rabbia e miglioriamo

"Sono momenti in cui bisogna mettere da parte la rabbia, trovare tranquillità, parlare il meno possibile. Stiamo lasciando punti per strada ma le prestazioni non sono tutte da buttare via. Gridare, sbattere pugni sul tavolo, tenere facce deprimenti non serve a nulla. Dobbiamo credere nella nostra forza". Rino Gattuso è convinto che non serva il pugno duro per sbloccare il Milan. "Se faccio scenate, il Mario Merola della situazione non divento più credibile - ha notato l'allenatore -. L'anno scorso ho mostrato con Kalinic che se uno si comporta male intervengo. Ora non posso dire nulla ai ragazzi, fanno qualsiasi cosa dico. Sono d'accordo quando la società dice che l'obiettivo è migliorare il quinto e il sesto posto. Io devo trasmettere grande tranquillità e migliorare ciò che non siamo facendo bene e non ci permettere di trovare continuità. Tante volte non ragioniamo da squadra. Quando non abbiamo la palla dobbiamo cambiare registro e giocare compatti. In questo momento neanche sul 2-0 mi sento tranquillo".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie